Google+

.:| BLOG .|. GALLERY .|. INTERVISTE .|. CONCORSI .|. CATALOGHI .|. MONO |:. .: :.


venerdì 8 settembre 2017

Un settembre di arte contemporanea al Rosso Cinabro di Roma

L'agenzia di arte G. Llc di New York, presenta in collaborazione con Rossocinabro ‘September Contemporary. Dal 14 al 30 settembre 2017, sono in mostra a Roma una selezione di opere di artisti provenienti da Stati Uniti, Europa, Giappone e Australia.

L'evento dà una grande opportunità per investire in arte internazionale, ed è una vetrina per gli artisti ben consolidati e per i giovani talenti. I visitatori possono aspettarsi una varietà di dipinti, arte fotografica, arte urbana e sculture in diversi stili. La mostra è curata da Cristina Madini e Joe Hansen

Artisti: Eduard Almashe, Renate Anding, Dina Babay, Helga Borbás, Elda Calabrese, Daniele Calvani, Chiara Casarini, Laura Casini, Giovanna Fabretti, Frans Frengen, Francesca Guetta, Jaanz Lynn, Osamu Jinguji, Angelika Kahl, Hiroshi Kawazumi, Agnieska Konopka, Mirella La Rosa, Lady Yupiigold, Sybille Lampe, Lisa J Levasseur, Giacoma Lo Coco, Lokke, Stjepko Mamic, Vincenzo Messina, Elvio Miressi, Päivyt Niemeläinen, Mirja Birgitta Nuutinen, Anja Stella Ólafsdóttir, Eva Paar, Vilma Panula, Daniela Rebecchi, Elke Reis, Peter Schudde, Christina Steinwendtner, Inga Svanberg, Martina Volandri, Anouk Wolse, Yalim Yildirim, Derya Yilmaz


September Contemporary
a cura di Joe Hansen e Cristina Madini
La mostra è aperta al pubblico 14 al 30 settembre con orario 11:00-19:00

RossoCinabro
Via Raffaele Cadorna 28
00187 Roma Italia
info 06 60658125


sabato 12 agosto 2017

Pausa estiva

Art Open Space, si prende un pò di riposo e riprenderà le sue attività a settembre con tante novità.
Buone ferie a tutti! :)

mercoledì 12 luglio 2017

GIORGIO A.F. VALENTINI: FIC-CA-NA-SO

Il suo istinto e la sua passione lo hanno portato a scegliere il ritratto come suo “canale” di comunicazione, ma in modo del tutto personale e non certo convenzionale. I suoi ritratti sono il frutto di un’indagine attraverso cui Giorgio A.F. Valentini esamina con attenzione il soggetto da riprodurre per restituire un’immagine finita che non ritrae fedelmente il soggetto stesso, ma  l’idea che l’artista ha maturato di lui!
Difficile definirli dei ritratti in senso stretto perché i lineamenti e i dettagli fisici vengono volutamente stravolti e resi poco somiglianti all’originale, più che ritratti difatti sono delle “letture”, un modo originale e a tratti irriverente, con cui l’artista propone il suo modo di vedere il prossimo.
Altra particolarità dei ritratti di Giorgio A.F. Valentini, sono i nasi in creta colorata che li rendono riconoscibili e riconducibili all’artista, non un semplice tratto somatico ma un vero e proprio marchio di fabbrica.

Cristina Polenta - Art Open Space


IL MUTO (dettaglio)

Un mattino mi sono svegliato con la voglia di fare un ritratto, e perché non con il naso in rilievo? [...] All'inizio, la mano, abituata a disegnare cartoni animati, produceva forme dai contorni precisi, netti, ottenevo così delle immagini un po’ imbalsamate, dure, poi pian piano mi sono lasciato andare a pennellate più libere [...].
Ci sto lavorando, per liberarle completamente dalla rigidità dovuta a 40 anni di cartoonist.



PENDENTE ROSSO

CAMICIA A FIORI

DONNA IN PUNTA DI PIEDI


GATTO CON ILLUSTRATRICE






























[...] ...andai a lavorare a Milano per un numero infinito di anni. Quando tornai nel luogo di origine, ripresi, ma senza averlo programmato, quello che avevo abbandonato: la pittura. Ho fatto un percorso circolare e sono così  ritornato al punto di partenza. Nella prossima vita, so che lo ripeterei.



ACQUAMARINA

GUANCIA ROSA

OCCHIO FEMMINILE

VIOLET


GIOVANE KAHLO
















martedì 20 giugno 2017

ILARIA GASPARRONI: STORIE DA NARRARE

Per lei essere artista significa saper cogliere della realtà quella sfumatura e quel significato che la maggior parte della gente non vede e portarlo alla luce; mostrare il lato più recondito del nostro vivere quotidiano, di quel mondo in cui siamo immersi e travolti dai ritmi così serrati che ci fanno appunto perdere di vista l'attenzione al dettaglio, al particolare. Siamo tutti così di corsa che non abbiamo tempo di soffermarci, ammirare con calma, "vedere veramente" la bellezza in ciò che ci circonda. L'artista, per Ilaria Gasparroni, ha appunto questo compito: divenire gli occhi dell'umanità, percepire, carpire e trasformare anche la più piccola minuzia in una storia da raccontare attraverso la forza della scultura.

Cristina Polenta - Art Open Space





Nocciolo/2


















L’«altro»



























... essere artista è un privilegio ma anche una maledizione!
Si può accettare o rifiutare questo dono ma se in te convivono una spiccata sensibilità e una esigenza interiore non puoi non darle voce.[...]



[dí(s) ‘doppio’ - morphé ‘forma’]


[...] Credo che ognuno di noi abbia una sensibilità artistica chi più viva e chi meno; l’uomo da sempre è stato un creativo ed un intuitivo. 
Queste due capacità l’hanno poi spinto ad evolversi, a crescere e a migliorare in tutte le epoche storiche, lasciando così le tracce della sua grandezza.[...]
Elogio alla follia



Vanitas. La natura morta



















Possesso e protezione



















Ogni singola opera nasce dopo un’attenta ricerca e una lettura di diversi autori che mi accompagnano da sempre. La letteratura, la filosofia e la mitologia sono fondamentali per la realizzazione di ogni mia scultura.[...]

venerdì 26 maggio 2017

OWIO - museum’s residency

Bando di concorso per giovani artisti: in palio tre Borse di Ricerca e ospitalità gratuita per una Residenza al Museo Ettore Guatelli

Il Bando di concorso OWIO - museum’s residency, attraverso tre Borse di Ricerca (di un totale di 3.000,00 euro), promuove e sostiene momenti di studio e sperimentazione dedicati a giovani Artisti under 35.
Con la scopo di innescare riflessioni e attivare nuove interpretazioni in una direzione di analisi meta-artistica, sarà possibile vivere una Residenza negli spazi del Museo Ettore Guatelli di Ozzano Taro (Parma). Questo luogo si prefigura come enigmatica opera d’arte totale, aperta alle più disparate linee interpretative, ponendosi così come stimolante spunto per la nascita di opere e progetti, a cui saranno chiamati a lavorare i tre Artisti vincitori della Residenza. Il frutto di questo percorso, seguito da Franco Ferrero degli Eredi Brancusi, verrà presentato attraverso un’esposizione finale negli spazi del Museo Guatelli e pubblicato in un catalogo.

Durante il periodo di Residenza, che andrà dal 3 al 9 luglio 2017, le spese di vitto e alloggio dei tre vincitori verranno direttamente coperte dall’Organizzazione; mentre tre Borse di Ricerca, pari a 1.000,00 euro per ogni Artista vincitore, costituiranno il riconoscimento e il sostegno per la realizzazione del progetto definito durante il periodo di Residenza.
Gli Artisti, oltre a vivere un importante momento di studio e approfondimento della loro ricerca, potranno confrontarsi con il Master Artist Franco Ferrero degli Eredi Brancusi e numerose altre figure del mondo dell’arte contemporanea, progettando e realizzando una mostra finale che inaugurerà sabato 23 settembre 2017 negli spazi del Museo Ettore Guatelli. A testimoniare la ricerca condotta sarà anche un catalogo che verrà pubblicato e presentato nel marzo 2018, in occasione della Giornata dei Guatelliani.

Il Bando di Residenza (scaricabile dal sito www.museoguatelli.it/bando) è aperto a tutti gli Artisti italiani e stranieri operanti nel campo delle arti visive che abbiano un’età compresa tra i 19 e 35 anni. 
Non ci sono limitazioni riguardanti le tecniche che potranno essere utilizzate per presentare il progetto finale (sono ad esempio da considerare pertinenti lavori che utilizzeranno installazioni, performance, video, suono…).

La partecipazione al Bando è gratuita e non prevede costi di iscrizione.

Per presentare la propria candidatura alle selezioni del Bando è necessario compilare il modulo di partecipazione online sul sito www.museoguatelli.it/partecipa, dove sarà richiesto di allegare, entro e non oltre le ore 15:00 di martedì 6 giugno 2017: Lettera Motivazionale, Portfolio e Documento d’identità.

I nomi dei tre Artisti selezionati saranno resi pubblici entro lunedì 12 giugno 2017.

Informazioni
www.museoguatelli.it/bando
www.facebook.com/GUATELLIcontemporaneo 
info@guatellicontemporaneo.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...