Google+

.:| BLOG .|. GALLERY .|. INTERVISTE .|. CONCORSI .|. CATALOGHI .|. MONO |:. .: :.


mercoledì 17 agosto 2011

IL TEMPO ENTROPICO DI FRANCO FILERI

Importante evento alla Angelini Gallery di Senigallia dove sabato 20 agosto alle 19, si inaugura la personale dell'artista Franco Filieri.

Queste le bellissime parole con cui Leonardo Badioli descrive l'opera di Filieri.
“Io so che cosa è il tempo se nessuno me lo chiede; ma se tento di spiegarlo a chi lo chiede, io non lo so più”. Così scrive Sant’Agostino. Possibile allora che, dove la parola fallisce, riesca la figurazione? Di per sé la pittura non è chiamata a offrire spiegazioni e questo, dal punto di vista di una possibile sintesi eidetica, rappresenta senza dubbio un vantaggio. E’ intenzionalità ripulita di tanti presupposti.
Un primo sguardo all’opera di Franco Fileri certifica immediatamente che il filo che la unisce è appunto il tempo. Non solo tempo inteso come oggetto della rappresentazione ma anche tempo scandito come trama percettiva offerta all’osservatore.
Nella parte della figurazione che lui definisce “di carattere architettonico”, l’eleganza essenziale e misurata del romanico addensa le sue ombre perché una luce traversa vi si posi. Sono soste commosse nello spazio prospettico di chiostri solitari (screpolature, odore di salnitro, echi di meditazioni) ma anche indugi in un tempo pulviscolare che è frammento dell’eterno.
Nella parte che lui definisce “di carattere mitologico”, il tempo circolare si sgretola e dalle rovine scocca la freccia del tempo lineare. Dove prima i Pitagorici definivano il tempo “la sfera che involge tutto”; dove Platone parla del tempo come “immagine mobile dell’eternità” come tempo regolare degli astri e delle stagioni, vediamo adesso fughe vertiginose da un principio ordinato e possente di energia predittiva in direzione della fine, laghi spenti in cui la materia si deposita ormai priva di forma e resta solo colore dove il tempo si estingue.
Estrema divaricazione: su un versante l’opera umana declina le sue forme provvisorie; sull’altro resta il costante, immutabile fluire dell’eterno.

La mostra rimarrà aperta sino al 31 agosto dalle 19 alle 24.

Angelini Gallery
via Arsilli 91-93
Senigallia - AN

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...