Google+

.:| BLOG .|. GALLERY .|. INTERVISTE .|. CONCORSI .|. CATALOGHI .|. MONO |:. .: :.


lunedì 24 novembre 2014

I Ritratti di PIETRO PASOLINI

Una nuova mostra alla Galleria Rosso Cinabro di Roma ideata da Cristina Madini, che sulla scia del Festival internazionale di Roma, ancora in corso al Museo Macro che quest'anno celebra il ritratto fotografico, propone le opere dell’artista Pietro Pasolini.
I ritratti raffiguranti volti e storie di paesi lontani, tutti rigorosamente in bianco e nero, saranno esposti dal 4 al 10 dicembre.
Fin da giovane Pasolini si interessa alla fotografia e dopo aver conseguito il diploma alla Saint Martins, il college di arte e design di Londra, parte per un viaggio di sei mesi in solitario. Ispirato da fotografi quali Jimmy Nelson e Steve McCurry sceglie di focalizzarsi principalmente sulla fotografia ritrattistica immortalando cosi i volti di chi abita luoghi sperduti, isolati dei cinque continenti. Occhi, sguardi, rughe che raccontano storie, passato, fatica e ricerca interiore più di mille parole. L’opera diventa la rappresentazione del legame ideale tra il fotografo e la persona fotografata. Avendo confinata ammirazione per Salgado stampa quasi esclusivamente in bianco e nero poiché sostiene che i colori distraggono dall'intensità dello scatto, non permettendo di concentrare l'attenzione esclusivamente sulla personalità di chi vi è ritratto. Le foto, che sono il risultato di 3 anni di lavoro e di un totale di 4 lunghi viaggi, riescono a restituire il senso della ricerca artistica di Pasolini.
Le stampe fine art, in edizione limitata di 3 in diversi formati, sono stampate personalmente dall’autore.



dal 4 al 10 dicembre 2014
RossoCinabro
Roma

ingresso gratuito
info line 06 60658125
info: rossocinabro@gmail.com
http://www.rossocinabro.com/

da lunedì a venerdì 10:30-12:30 e 13:00-19:00
Sabato 10:30-12:30 e 13:00-19:00 Chiuso domenica



ARTEXPO NEW YORK

In 36 anni di attività Artexpo ha rivoluzionato il modo di comprare e vendere arte. Ogni anno attira più di 15.000 appassionati d'arte. E' il più grande raduno internazionale di acquirenti, operatori qualificati, galleristi, mercanti d'arte, interior designer, architetti, art buyer aziendali e grandi editori, mettendoli faccia a faccia con centinaia di artisti affermati ed emergenti, che definiranno le nuove tendenza di mercato per molte gallerie nel mondo.
Coronari 111 ART GALLERY partecipa con il suo stand #417 in una posizione davvero favorevole vicina agli ingressi e visibile da tutti i corridoi, proponendo fra l'altro il marchio ArtItaly creato per esaltare l'arte gli artisti italiani nel mondo. A New York la 2 Edizione dopo Naples (FLORIDA).

Partecipare a queste manifestazioni non è semplice, soprattutto perchè molto costoso per il singolo artista, con Coronari 111 ART GALLERY invece si potrà accedere agli spazi e risparmiare sui costi organizzativi e di spedizione delegando l'attività e la presenza richiesta in fiera per l'allestimento.

Per info e selezioni inviare le immagini all'indirizzo:
website:
http://www.coronari111.com/#!artexpo-new-york-2015/c2zv
mail: info@coronari111.com 
Telefono: 06 8971 6552

Visible White Photo Prize 2015

Tema della IV edizione del Visible White Photo Prize 2015 è: "Come interpreti la famiglia nel contesto sociale contemporaneo e quali nuove iconografie possono rappresentarla?"

Francesca Fabiani, Curatrice delle collezioni di fotografia del MAXXI Architettura di Roma, e Paul di Felice, Professore presso l’Università del Lussemburgo, sono i curatori di 'Familydom', IV edizione del Visible White Photo Prize 2015 e sono interessati a conoscere i vari punti di vista fotografici su questo tema.

Familydom è una open call internazionale per progetti fotografici aperta a fotografi ed artisti senza limiti di età e di esperienza.
4.000 € di premi in denaro per il ‘Best Project’ e per il ‘Best Runner-up Project’.

10 progetti saranno selezionati da una giuria internazionale.
I progetti finalisti saranno esposti dal 15 maggio al 12 giugno 2015 presso la Fondazione Studio Marangoni di Firenze e saranno inclusi in un catalogo appositamente pubblicato.

Il termine ultimo per aderire è il 28 febbraio il 2015.
La quota di adesione per un Progetto che può presentare fino a 10 immagini è di 70 €.
Familydom è organizzata da Celeste Network e Fondazione Studio Marangoni.

Edizioni passate di Visible White Photo Prize:
You See Me (2014); Lapsus (2013); beyondmemory (2012).


info@premioceleste.it
tel / fax: +39 0577 1521988
Info e bando su: http://www.premioceleste.it/familydom

martedì 18 novembre 2014

A Punto sull'Arte, tutto è AttrACTION

Una bellissima mostra quella proposta da Punto sull'Arte di Varese, che vede tre artisti protagonisti, Matteo Pugliese, Andrea Mariconti e Harding Meyer, raccontare l'uomo usando linguaggi diversissimi e paralleli per potenza espressiva.
Al centro della mostra, curata da Alessandra Redaelli, tre artisti riconosciuti dalla critica e dal grande pubblico a livello sia nazionale che internazionale.

Ci sono i corpi di Matteo Pugliese, uno dei più interessanti e affascinanti scultori italiani contemporanei, riconosciuto a livello mondiale. Alcune sue sculture sono state battute dalle principali case d’asta - Christie’s, Sotheby’s, Pandolfini – raggiungendo sempre migliori risultati. Le sue opere sono guerrieri dalle suggestioni classiche prigionieri di una materia bruta, colti nel momento culminante della lotta, nell’attimo immediatamente precedente la liberazione; deflagrazioni di forza contratta scolpite nel bronzo. 
Ci sono i volti di Harding Meyer, immensi, imponenti, grandiosi, dove la limpidezza ipnotica degli sguardi va a stemperarsi nella pennellata soffice, quasi eterea, che ne fa icone di una bellezza senza tempo.
E poi ci sono i ritratti di Andrea Mariconti, in bilico tra la passione per il dettaglio minuto, quasi fotografico, e il bisogno di liberare la materia, di lasciare che si dissolva, che esploda, che si apra a nuove esplorazioni e alla terza dimensione.


AttrACTION
aperta sino al 27 dicembre

Punto sull'Arte
Viale Sant'Antonio, 59/61 Varese
mar-ven 15-19, sab 10-13 e 15-19, domenica 15-19
ingresso libero

Marche Centro d'Arte - edizione 2015

Terza edizione per la Selezione Marche Centro d’Arte, manifestazione organizzata nell’ambito della 5ª Edizione dell’Expo di Marche Centro d’Arte il cui scopo è la promozione e lo sviluppo delle nuove tendenze espressive e i nuovi talenti a livello nazionale e internazionale.

La Selezione prevede l’allestimento di un’esposizione collettiva di arte contemporanea e la pubblicazione del relativo catalogo, all'interno dell'Expo di arte contemporanea organizzata dall'Associazione Marche Centro d'Arte.

L’inaugurazione dell’esposizione collettiva è prevista tra primavera ed estate 2015, la mostra, curata da Nikla Cingolani sarà allestita al PalaRiviera di San Benedetto del Tronto, nell’ambito della 5ª Edizione dell’Expo Arte Contemporanea di MCdA, contestualmente alle altre sezioni che compongono il progetto.

La partecipazione è totalmente gratuita e possono iscriversi tutti gli artisti, che abbiano compiuto almeno i diciotto anni di età, senza limiti di nazionalità o altra qualificazione.
All'artista è data facoltà di presentare opere di nuova realizzazione o già realizzate.
Sono ammessi tutti i mezzi espressivi figurativi (senza vincoli tematici, di linguaggio, di dimensioni e di materiali) ed è possibile partecipare con un numero massimo di cinque opere.

Gli artisti possono iscriversi entro e non oltre le ore 22.00 di sabato 10 gennaio 2015, utilizzando la modalità on-line, direttamente sul sito di Marche Centro d'Arte tramite questo link: http://mcda.cocalosclub.it/iscriviti/


Per info, bando e regolamento:
MARCHE CENTRO D'ARTE
http://mcda.cocalosclub.it/

mercoledì 12 novembre 2014

le ACQUE SCURE di Anna Lorenzini

Pubblicato ieri il catalogo della quarta delle cinque personali della rassegna d'arte 2014 di Art Open Space.
La mostra, intitolata ACQUE SCURE vede protagonista Anna Lorenzini, giovane artista lombarda che affronta il tema dell'autoritratto come ricerca della propria identità più intima.

"..ho deciso di approfondire il tema dell'autoritratto analizzandolo sotto il profilo psicologico, diviene così un autoritratto usato come metodo di autoterapia, una modalità di riparazione, mettendoci la mia persona in modo totale.
La mia membrana oculare diventa così lo strumento per rappresentare la propria interiorità, oggetto dell’ossessione, attraverso la fisicità del volto."


Il ciclo di esposizioni online di questo anno, si concluderà a dicembre con la personale di Dino Corradini.

Il catalogo, a copertina morbida e rilegatura cucita, è disponibile su Lulu.com dove è presente anche una sua versione digitale in formato e-book.





Antonella Magliozzi e la sua "Scrittura dell'anima"

E' con una serie di mostre in Italia e all'estero che l’artista Antonella Magliozzi chiuderà il 2014.
Nel mese di novembre le sue opere saranno esposte presso l’Esposizione Triennale di Arti Visive a Roma 2014, direttore artistico Daniele Radini Tedeschi, organizzazione La Rosa dei Venti. Con la partecipazione di Philippe Daverio, presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma – Castro Pretorio, nel periodo dal 21 novembre al 3 dicembre 2014.
“Last Paradise” - questo è il titolo della mostra diretta e curata dal dr. Tedeschi, nonché l’evento conclusivo della rassegna capitolina - rappresenta per la Magliozzi un lieto ritorno nella capitale che segue, a distanza di qualche anno, la sua esposizione presso la prestigiosa galleria Palazzo Margutta nella celeberrima via omonima. In occasione del vernissage, previsto per venerdì 21 novembre alle ore 16, si terrà la conferenza dal titolo “L’Arte tra Avanguardia ed Estetica. Riflessioni filosofiche e storico-artistiche”, alla quale parteciperanno personalità eccellenti del mondo dell’arte, su tutti lo studioso e storico dell’arte prof. Philippe Daverio.
Le opere dell’artista laziale si sono lasciate già ammirare oltralpe, in Francia, a Bar-le-Duc, nella regione della Lorena: la “Scrittura dell’Anima”, cifra identificativa dell’arte della Magliozzi, ha infatti suscitato grande interesse tra i fondatori del Club Artistique du Barrois, impegnati nell’organizzazione di una mostra internazionale – onorata da alte cariche governative – organizzata per celebrare il cinquantenario dell’ente artistico francese. La rassegna, dal titolo “La Paix entre les Peuples”, la pace nel mondo, tematica ricorrente nelle opere della Magliozzi.




21 novembre - 3 dicembre 2014
Esposizione Triennale di Arti Visive a Roma 2014
Biblioteca Nazionale Centrale – Castro Pretorio
R O M A

PREMIO ARTE LAGUNA

Posticipata al 4 dicembre, la chiusura delle iscrizioni al IX Premio Arte Laguna.
Gli artisti potranno candidarsi alle sei sezioni in concorso e partecipare alle selezioni per la mostra finale e per tutti i premi in palio.

Il premio, a cura dell’Associazione Culturale MoCA (Modern Contemporary Art), in collaborazione con lo Studio Arte Laguna, è finalizzato alla promozione e valorizzazione dell’Arte Contemporanea.

Il concorso è aperto a tutti gli artisti, senza limiti di età, sesso, nazionalità o altra qualificazione.
E' richiesta una quota di partecipazione.

Le sezioni previste sono: pittura - scultura e installazione - fotografia - video art - performance - digital art - arte ambientale.
La dotazione complessiva del Premio è di € 180.000, così ripartita:
€ 7.000,00* Pittura
€ 7.000,00* Scultura e Installazione
€ 7.000,00* Arte Fotografica
€ 7.000,00* Video Arte e Performance
€ 7.000,00* Arte Virtuale e Digitale
€ 7.000,00* Arte Ambientale e Paesaggistica - Ideata e creata con Thetis SpA.
* Su tutti i premi in denaro sarà operata, come per legge, una ritenuta alla fonte del 25% a titolo di imposta. I premi in denaro verranno consegnati in occasione della Cerimonia di Premiazione.

La selezione delle opere candidate sarà effettuata da una giuria internazionale composta da membri suddivisi nelle cinque sezioni di concorso, con la direzione artistica del curatore Igor Zanti.

Gli artisti possono iscriversi online o inviando in busta chiusa o consegnando direttamente alla Segreteria del Premio (ARTE LAGUNA – Via Roma, 29/A - 31021 Mogliano V.to (TV) Italia):
- il modulo di iscrizione presente alla pagina http://www.premioartelaguna.it/modulo.pdf
- una breve nota biografica
- una fotografia di ciascuna opera (formato min. cm. 15x20 – formato max. cm. 20x30) riportante sul retro: nome, cognome, paese, titolo, dimensioni, tecnica, anno e copia del pagamento della quota di iscrizione.
La documentazione (foto comprese) non verrà restituita.

info, bando e iscrizioni

lunedì 10 novembre 2014

La MaMo gallery di Milano presenta Celestina Salemi

"La terrra e L’anima" è il titolo della personale dell'artista Celestina Salemi che la MaMo gallery di Milano ospiterà sino al 28 novembre.
Abile sperimentatrice di tecniche e d’immagini, Celestina Salemi dà corpo nei suoi dipinti a figure intense e potenti. Per realizzarle, s’ispira a scatti personali – fotografie d’archivio o realizzate in studio - che riproduce su tela utilizzando nient’altro che il suo occhio e il suo pennello. A questo momento creativo di estrema lentezza ne segue un altro segnato dal dinamismo, in cui l’artista si diverte a inserire, nelle composizioni dipinte a olio, materiali diversi o oggetti di dichiarata valenza simbolica, capaci di accentuarne o, al contrario, di trasgredirne il realismo quasi fotografico. Salemi prende spunto da eventi personali o da iconografie religiose, ma rappresenta soggetti universali quali la fugacità del tempo (L’inganno, 2008), la forza distruttiva delle passioni (Disperazione, 2009), l’immoralità dell’agire politico (Italia con cancro, 2011) o il potere salvifico della cultura (Un canto per l’arca, 2009), della tolleranza e della solidarietà (L’angelo della luce, 2010). Alcune suggestive figure evocano le contraddizioni della sua terra, la sua bellezza altera, la sua decadenza. La sua città natale, Palermo, è ora donna-rapace dallo sguardo vitreo, incapace di accorgersi che l’alloro che un tempo le cingeva il capo si è ormai disintegrato (S.P.Q.P., 2012); ora è invece figura straziata da una palma rinsecchita, che sorge, come uno spaventoso tumore, dalla sua testa (Palermo muore, 2010).
La mostra, a cura di Valeria Modica, inaugura il 14 novembre alle 18,30.


“LA TERRA E L'ANIMA”
Celestina Salemi
MAMO GALLERY - MILANO
Dal 14 novembre al 28 Novembre 2014



Dalla Macchia al Contemporaneo: Il Paesaggio - selezione di artisti

Sono in fase di selezione gli artisti Italiani ed Europei per la partecipazione all'Edizione 2015 di "Arte in Toscana: dalla Macchia al Contemporaneo" dedicata al Paesaggio. La mostra che si inaugurerà nel Gennaio 2015 (dal 10 al 28 Gennaio 2015), a cura Massimiliano Sbrana, raccoglierà opere di pittura e scultura (ma saranno visibili anche grafiche, disegni, incisioni e fotografie) di artisti Italiani ed europei partendo dal primo e secondo novecento toscano fino alle realtà più contemporanee nazionali ed europee.

Ben poche altre regioni del Belpaese possono vantare non solo "un retaggio artistico" dai contenuti così profondi e radicati nel territorio e nella cultura popolare come la Toscana. La Toscana, già culla della civiltà italiana ed uno dei maggiori crogioli della moderna cultura europea, non è solo legata alla straordinaria elaborazione di concetti ed a forme e metodi di espressione originale che l'hanno contrassegnata in oltre due millenni di storia: è stata essa stessa fucina di straordinaria produzione artistica moderna, che ha dettato tempi e modi sullo scenario continentale. La Toscana quindi come laboratorio di esperienze artistiche, come luogo di sintesi e di rilancio in ambito universale attraverso anche le espressioni artistiche a noi cronologicamente più prossime.

Il tema è delle opere dell'edizione 2015 è il "Paesaggio" e potrà essere sviluppato con ogni tecnica, dalla pittura alla grafica, alla fotografia, all'elaborazione digitale. La partecipazione alla rassegna implica il versamento di un contributo. Alla mostra possono partecipare un numero limitato di Artisti.

Gli artisti (Italiani ed Europei) interessati a partecipare possono contattare il curatore della mostra Massimiliano Sbrana al +39 3393961536 per maggiori informazione e richiedere la scheda di adesione e norme di partecipazione a centroartemoderna@gmail.com

sabato 8 novembre 2014

Al Museo Omero: PAOLO ANNIBALI

Alla settecentesca Mole Vanvitelliana di Ancona, nelle sale del Museo Omero, grande inaugurazione questo pomeriggio alle 18 della mostra di Paolo ANNIBALI “DIRÀ L’ARGILLA la mano, la terra, il sacro”, con oltre 20 grandi sculture in terracotta realizzate negli ultimi tre anni, secondo un progetto unitario pensato per il Museo Omero.

Flaminio GUALDONI, curatore della mostra, così scrive in catalogo, “Come il plasticatore antico Annibali sceglie l’argilla, giungendo nel proprio gioco di suggestione archeologica a fingere le tracce del colorire antico, ancora una volta raccorciando la distanza rispetto al mito d’una bellezza assoluta e in odore di metafisica… La sceglie perché la terra è la materia disponibile a tutte le forme, ripostiglio di tutte le memorie.”
Le grandi sculture in terracotta, collocate come a ricostruire un antico tempio, sono inconsuete, disperatamente attuali, prive di enfasi eppure fortemente attrattive e seducenti nel loro silenzio spaziale. Una sorta di “monumento al nulla” senza miti e senza eroi, dove gesti e sguardi rivelano il vuoto del presente e la distanza impenetrabile delle figure femminili del frontone.
Oltre alle sculture, tutte inedite, anche 21 splendidi disegni a china e un’immensità di schizzi e bozzetti. L’allestimento degli architetti Massimo Di Matteo e Mauro Tarsetti, si articola in modo da fondere la fatica quotidiana del lavoro della scultura con la solennità delle opere finite. Entrare in questa sorta di laboratorio invaso da strumenti, appunti e disegni (intuizioni a volte realizzate) che percorrono tutta la sua carriera, è come entrare nell’intimo repertorio dell’artista.
Seguono poi gruppo di “acròteri” – Cariatide, Hestia, La fine delle cose, Eroe sfinito, Maschere – e tutti i 21 disegni a china Autoritratto, Disperdersi, Il mare lontano, Eva. Per poi arrivare al tempio impossibile con le 12 metope: singole scene teatrali incastonate con la loro profondità in moduli di terracotta, racconti intimi, ricordi, epifanie, visioni da Album di famiglia a Bambina che sogna il mare. Di forte impatto le cinque figure femminili del frontone, cinque donne colte nei loro gesti quotidiani come truccarsi o specchiarsi. Il gruppo scultoreo, sospeso nella sua raggelante fissità su una tavola di acero, rappresenta il fulcro di questa acropoli contemporanea.
Una mostra ideata per il Museo Omero, (che già ha già in collezione permanente quattro opere di Annibali), da vedere e da toccare, fruibile da parte di visitatori vedenti e non vedenti. La terracotta può esser toccata, esplorata con le mani, accarezzata ed è il materiale ideale per una mostra tattile. Oltre alle sculture, di particolare interesse anche la traduzione a rilievo dei magnifici disegni.
Nel catalogo edito da De Luca Editori d’Arte, gli interventi dello stesso Flaminio Gualdoni, di Erri De Luca, del presidente del Museo Omero Aldo Grassini e dell’artista.
La mostra è promossa dal Museo Tattile Statale Omero, con il Patrocinio della Regione Marche, in collaborazione con l’Associazione Per il Museo Omero Tattile Statale Omero ONLUS. Sponsor tecnici: Adriatica Legnami, Cotto Santa Maria della Petrella, Mobilificio Binni.


8 novembre - 15 febbraio
Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio, 28 – 60121 Ancona
http://www.museoomero.it
info@museoomero.it
infoline 071.2811935
Sito vocale 800.202220
Orario dal giovedì al sabato ore 16-19; domenica e festivi ore 10-13 e 16-19
Apertura straordinaria per gruppi e scuole.
Chiuso: 25 e 31 dicembre.
Ingresso: libero.

lunedì 3 novembre 2014

CATALOGANDO: 20 artisti per 20 cataloghi

Art Open Space - blog & gallery 2.0 - lancia la I EDIZIONE del nuovo concorso CATALOGANDO: 20 ARTISTI PER 20 CATALOGHI.

Il contest è completamente gratuito e rivolto ad artisti di ogni nazionalità, senza limiti di età purchè maggiorenni, che si esprimono attraverso le seguenti discipline: pittura, scultura e installazioni, fotografia.

Lo scopo è quello di offrire a 20 talentuosi artisti la realizzazione e la pubblicazione di un proprio catalogo d’arte.

Art Open Space si farà carico dei costi di realizzazione e distribuzione del catalogo, la cui stampa e vendita è affidata ad un partner leader in questo settore, una grande libreria indipendente internazionale: Lulu.com.

Gli artisti non sono obbligati all’acquisto del catalogo e non devono sostenere alcun costo.

I 20 artisti saranno selezionati tra coloro che entro la data del 5 dicembre 2014 faranno pervenire all’indirizzo e-mail artopenspace@outlook.it il seguente materiale:
-immagini di buona qualità di almeno 5 opere accompagnate da nota esplicativa che ne riassuma le informazioni basilari (tecnica, dimensione, titolo e tema)
-curriculum vitae

Entro il 15 dicembre verranno comunicati i nomi dei 20 artisti selezionati.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...