Google+

.:| BLOG .|. GALLERY .|. INTERVISTE .|. CONCORSI .|. CATALOGHI .|. MONO |:. .: :.


giovedì 30 luglio 2015

AR[t]CEVIA: ottava edizione

Sabato 1 agosto è una data importante, di quelle da appuntare nella propria agenda: inaugura l'edizione numero otto di AR[t]CEVIA Art Festival, una vera e propria maratona di arte contemporanea, un evento tutto made in Marche, in grado di richiamare ogni anno migliaia di persone. Direttore artistico e curatore di questa "macchina da guerra" si conferma Laura Coppa.

Non solo una collettiva d'arte contemporanea, ma una serie di eventi che mirano a costruire sull'intero territorio una rete di arti visive, performances, recital, teatro e musica contemporanea, il tutto ristabilendo un contatto con le caratteristiche e peculiarità dei luoghi che le ospitano.
Si parte sabato 1 agosto alle ore 18:00 presso la sede del Parco in Corso Mazzini con la presentazione delle tante novità e del calendario serrato, non solo per l'intera durata del Festival, ma per gli ulteriori nuovi successi che esporteranno parte di AR[t]CEVIA in altri luoghi e in periodi diversi.

Alle ore 19:00 verrà aperta la prima sede espositiva della collettiva (Palazzo dei Priori) che sarà inaugurata con l'inedita performance e installazione "POTAUOMOLOGIA" di Sauro Marzioli con la preziosa collaborazione del M° Luca Lampis. Si proseguirà la visita presso il Centro Culturale San Francesco con un'altra sezione della mostra.

La prima serata si chiuderà presso Piazza Garibaldi dove, dalle ore 21:30, gli artisti di AR[t]CEVIA incontreranno i musicisti di Arcevia Jazz Feast mettendo a dialogo, come ogni anno, non solo le varie arti, ma anche le varie culture e provenienze.

La collettiva proseguirà fino al 27 settembre, mentre per tutto il mese di Agosto si succederanno gli eventi negli incantevoli castelli arceviesi con opere e presentazioni video realizzate ad hoc (Montale, 2 Agosto con Fabio Falcioni e Caudino, 8 Agosto con Anna Secondini), teatro (Arcevia, 9 Agosto con "Voglio la luna" dell'ATGTP), concerti (Castiglioni, 10 Agosto con i Nefesh), e molti altri, fra cui il progetto "Interlinea" dei Minus.Log a Palazzo (12 Agosto), un evento a sorpresa nel Castello di Loretello (13 Agosto), la presentazione della composizione musicale "I" creata per il castello di Piticchio (20 agosto) dal compositore Richard Stenton e dall'organista William Weir, entrambi venuti per il Festival direttamente da Birmingham, fino all'atteso evento presso la chiesa di Sant'Ansovino di Avacelli con Mauro Pierfederici (22 Agosto) e, infine, la presentazion dell'opera di Samuel Moretti per il castello appena ristrutturato di San Pietro (11 Ottobre).

Nel corso delle otto edizioni AR[t]CEVIA ha avuto l'onore di ospitare oltre 500 artisti provenienti da tutto il mondo e dai svariati generi dell'arte coeva. Non potevano mancare per il 2015, fra gli oltre 60 artisti, i dialoghi fra arti e fra varie provenienze come Germania, Paesi Bassi, America Latina, Giappone, Georgia, Spagna, Regno Unito e moltissimi altri, tutti pervenuti per riempire di arti i 126 kmq del magico territorio arceviese.


Calendario eventi, info e dettagli www.artcevia.org
AR[t]CEVIA blog: artceviablog.wordpress.com

Contemporary Art Talent Show: arte under 5000 accessibile

Contemporary Art Talent Show è il progetto di Arte Under 5000 Accessibile, ospitata all' interno di ArtePadova, giunta alla sua XXVI Edizione, regina indiscussa delle fiere dedicate all' arte moderna e contemporanea. La partecipazione a Contemporary Art Talent Show è riservata a gallerie, associazioni, artisti indipendenti e collettivi, che presentino opere d'arte dal costo inferiore ai 5000 euro.
Da ormai 5 anni questa sezione racchiude il cuore pulsante della fiera d'arte, numerosissimi gli eventi collaterali presenti... Contemporary Art Talent Show: un contenitore di propulsione artistica senza pari, in cui i nuovi talenti possono realmente compiere il salto di qualità verso il mercato dell'arte maggiore.

Non è necessario avere un grande spazio per promuovere la propria arte, bastano pochi metri ma nel contesto giusto. Nell' ottica di rendere accessibile anche nel prezzo la partecipazione in fiera, gli ambienti del Contemporary Art Talent Show sono pensati in modo da offrire grandi capacità espositive anche in spazi di piccole dimensioni, quindi alla portata di tutte le tasche, ma in un contesto di assoluto rilievo quale ArtePadova.

La mission di Contemporary Art Talent Show è educare il giovane pubblico all' arte e all' acquisto di essa, in un'atmosfera rilassata e ricca di stimoli, dove artisti, collezionisti, amanti dell'arte, convergeranno per scambiare e condividere idee e suggestioni.

Favorire la produzione artistica e incentivare tra il pubblico di collezionisti la conoscenza dei talenti emergenti.
Favorire l'incontro tra artisti non ancora affermati e mercanti, operatori commerciali del settore Dinamizzare il mercato dell'arte attuale proponendo opere d'autore ad un prezzo contenuto.
Generare spazi nuovi e altamente comunicativi in cui ogni realtà artistica possa valorizzare le proprie creazioni.

I NUMERI DELL'EDIZIONE 2014
oltre 25.000 visitatori (+ 16% di visitatori)
4 Padiglioni occupati (30.000 mq)
300 espositori
50 case editrici
+ di 50 eventi collaterali
15.000 opere esposte


Segreteria organizzativa:
Nord Est Fair srl
Via A. Costa, 19
35124 Padova
tel 049 8800305
fax 049 8800944
www.artepadova.com

martedì 21 luglio 2015

Catalogando: Paolo Tosti

.::catalogo::.
La sua ultima ricerca sull’archeologia urbana e industriale lo porta ad indagare sui siti urbani o
industriali dismessi, su una nuova estetica di luoghi abbandonati e scevri di una presenza umana ormai remota, assente, e di una funzionalità perduta. Luoghi silenti permeati di tracce di vita vissuta, memoria storica di un passato altrimenti destinato all’oblio.
“L’essere artista ritengo sia direttamente collegato alla propria curiosità, all’ estrema esigenza di relazionarsi sempre con il proprio pensiero, per cercare ingenuamente delle risposte ma praticamente per trovare spesso altre domande; penso sia questa la regola del “gioco perpetuo” del fare arte, il non arrivare mai da nessuna parte avendo però la gratificante sensazione di avere raggiunto sempre qualcosa. Quindi quello che produco mi soddisfa solitamente per un tempo molto limitato dopo la realizzazione, costringendomi sempre a rimettermi in gioco. Non penso che ci sia, per definizione, razionalità nel processo creativo, che per convenzione, può muoversi entro schemi strettamente individuali, ma attinge sempre da prospettive instabili e controsensi profondi. Razionale può invece essere come nel mio caso, l’aspetto esecutivo che mi piace fare corrispondere alla pulizia formale.” Paolo Tosti

Nato a Cingoli, comune del maceratese, nel ‘69, Paolo Tosti studia all’Istituto Statale d’Arte di Urbino diplomandosi in grafica pubblicitaria e fotografia, consegue poi il diploma di scultura all’ Accademia di Belle Arti di Urbino. E’ docente di discipline plastiche al Liceo Artistico di Fano (PU), dove vive e lavora. Nel 2014 partecipa a Marmomacc & The City con "Interno1/Interno2" installazione scultorea esposta in Piazza Bra davanti all'Arena Verona.

Catalogando: Ivana Bukovac

.::catalogo::.
La memoria e l’identità sono i cardini della cifra stilistica di Ivana Bukovac, concetti che affronta e interpreta utilizzando figure femminili dalla valenza fortemente simbolica, volutamente inespressive, letteralmente “incastonate” in vestiti che sono una sorta di fusione tra un abito tradizionale e una maschera. La donna in sé diviene qualcosa di neutro, indefinito, che cerca la sua identità attraverso il racconto degli elementi simbolici del costume tradizionale che indossa.
“"La conoscenza di se stessi parte dalla conoscenza di casa propria”. Ritengo che questa semplice citazione calviniana possa risultare alquanto esaustiva per fornire le linee guida delle mia ricerca artistica in cui la memoria viene sempre evocata da tante entità tradizionali che si tramandano per far riaffiorare una traccia dell’identità collettiva. Messi insieme, i miei quadri formano inevitabilmente una narrazione in cui i volti spesso in contrasto con gli abiti, cercano di comunicare l’incertezza delle loro identità. Accanto a queste figure, si inseriscono i miei oggetti lavorati all’uncinetto eseguiti con capelli di persone diverse. Il capello, spesso usato nel quotidiano per provare l’identità di una persona, assume una funzione identificativa che può essere intesa come custode dell’individualità e dei ricordi ad essa collegati, così, intrecciando capelli di persone diverse, si annodano insieme anche le loro identità che una volta unite, perdono il loro carattere individuale per diventare parti di un’identità del tutto nuova in cui le singole esperienze rimangono sotto forma di ricordi sospesi nel tempo.” Ivana Bukovac

Ivana Bukovac è nata in Serbia, a Kruševac,nel 1985; vive e lavora tra l’Italia e il suo Paese.
Nel 2008 si diploma in pittura presso l'Accademia di Belle Arti di Venezia.
Consegue il diploma di secondo livello in pittura con lode presso l'Accademia di Belle Arti di Venezia nel 2011. Numerose sono le mostre che la vedono protagonista. Nel 2010 è fra i dodici artisti scelti dalla Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia per gli “Open Studios & Workshow - 12 Artisti degli Atelier BLM”.

mercoledì 15 luglio 2015

Personale di Gualtiero Redivo allo Spazio E di Milano

L'Associazione Zamenhof Art e l'Associazione A Est dell'Eden presentano presso lo Spazio E di Milano "L'intelligenza dei nodi", mostra personale di Gualtiero Redivo a cura di Virgilio Patarini.
La mostra è costruita su un’idea intuitiva di “macchina” per portare la vita nell’arte, per stimolare il confronto riscoprendo il gusto delle domande e non vivere in un mondo costruito sulle risposte altrui.
Vincitore del Premio Il Segno 2014 e “Emilio Vedova” per l'opera astratta, Redivo allestisce la sua nuova personale per un confronto attraverso l’arte, certo che la ragione possa fornire gli strumenti per il superamento dell’attuale sistema economico-finanziario basato sull'azzardo morale e sull'irresponsabilità del capitale, sul debito che genera debito e sul denaro che produce denaro.
A questo sistema “mega-macchina sociale”, come lo avrebbe definito Lewis Mumford, che usa le persone come “componenti” e le trasforma in esuberi e distrugge l’ambiente per massimizzare, accumulare capitali e potere, l’artista contrappone la sua “macchina dei nodi” per riscoprire, condividere quei valori che riescono a parlare alle esigenze degli individui ed esprimere futuro.
Redivo ci presenta un percorso di lettura della mostra, non intuitivo e contemplativo, in quanto pone in relazione provocatoriamente le sue opere non simboliche con titoli modulati su argomenti etici.
Per l’artista questo accostamento, spregiudicato e apparentemente arbitrario, non circoscrive l’attenzione dell’osservatore solo su un aggregato di sensazioni ma è uno sprone per dare coscienza critica, consistenza e forma alla visione del contemporaneo.
Il linguaggio dell’occhio (emozione) contaminato dalle parole (cognizione) determina un’esperienza estetica in cui l’opera d’arte - unica e legittimata da informazioni vere - ostenta i suoi splendori ma, in quanto oggetto culturale, accenna anche alla storia e alle sue contraddizioni, si fa mondo.
La mostra sarà visitabile dal 25 al 31 luglio.

Zamenhof Art
www.zamenhofart.it

Panta Rei

Proseguono gli eventi programmati per l’estate 2015 dall’associazione culturale “In Arte Exhibit” di Potenza, con la mostra di pittura “Panta Rei”, collettiva di cinque artisti in programma dal 18 luglio al 2 agosto 2015 nella città di Matera. L’esposizione, curata dallo storico dell’arte Cristiana Elena Iannelli, inaugurerà sabato 18 luglio 2015 alle ore 19.00 nella suggestiva cornice di Casa Cava.
“Panta Rei” esprime il concetto del divenire, sostanza e condizione necessaria e imprescindibile dell’essere, che assoggetta qualsiasi cosa al tempo e alla trasformazione. Secondo questo concetto, tutto ciò che alla nostra percezione sensoriale risulta statico in realtà è in continuo movimento e mutamento, come lo stesso atto creativo.
Protagonisti della mostra sono Antonio Caramia, Gianluca Cavallo, Leonardo Leone, Pasquale Palese, Roberto Schembri, che presentano al pubblico il loro metaforico fiume che scorre, i loro linguaggi, i loro mutamenti.
Antonio Caramia dà forma ad isole-paesaggi sospese in modo surreale tra cielo e terra e avvolte da un’atmosfera magica e senza tempo, che stimola qualsivoglia associazione della mente. Gianluca Cavallo compie una riflessione che dal colore e dalla grande dimensione lo conduce verso dimensioni minuscole nelle figure in bianco e nero che abitano le sue tele. Leonardo Leone esprime la propria creatività accostando tra loro colori puri, secondo una tecnica derivata dal Pointillisme francese, evocando un clima di candore quasi fiabesco. Pasquale Palese gioca con le forme, creando figure modellate da geometrie complesse, memoria delle scomposizioni di natura cubista, condotte da un cromatismo acceso e brillante. Roberto Schembri restituisce nelle sue tele l’intimo sapore del quotidiano, che si manifesta con naturalezza e nelle più singolari espressioni su volti ritratti con un realismo quasi fotografico.

Panta Rei - Tutto scorre
Casa Cava - Matera
dal 18 luglio al 2 agosto 2015
Vernissage: sabato 18 luglio 2015, ore 19.00

Art to Coast - selezione di artisti

“In Arte”, rivista specialistica, lancia il primo contest internazionale d’arte dal titolo “Art to Coast”, con l’obiettivo di selezionare quaranta artisti che diventeranno i protagonisti di una mostra in programma dal 10 al 22 agosto 2015 a Maratea, presso il Grand Hotel Pianeta Maratea.
Il contest è aperto ad artisti italiani e stranieri che operano nei campi della pittura, della fotografia e della scultura ed è a tema libero. Le iscrizioni dovranno pervenire entro e non oltre il giorno 28 luglio 2015, secondo le modalità indicate sul sito www.in-arte.org.
Le opere che verranno proposte all’organizzazione saranno vagliate da una commissione costituita dagli storici dell’arte della redazione di “In Arte”, che selezionerà le migliori secondo criteri di qualità, ricerca e originalità. Nel corso della cerimonia di inaugurazione della mostra collettiva, in programma il giorno 10 agosto 2015, verranno annunciati i tre vincitori del contest. Il primo classificato sarà premiato con un weekend per due persone presso il Grand Hotel Pianeta Maratea e con una recensione critica sulla rivista “In Arte”.
“In Arte” è un periodico culturale a diffusione nazionale che tratta delle molteplici espressioni dell’arte – dalla pittura alla scultura, dalla letteratura alla musica, dal fumetto al cinema –, proponendo inoltre recensioni su mostre ed eventi culturali di rilievo nazionale e internazionale, avvalendosi del contributo di corrispondenti da tutta Italia.
“Art to Coast” si inserisce all’interno del progetto “In Arte Exhibit”, avviato da “In Arte” allo scopo di coniugare la promozione del territorio con la diffusione della conoscenza dell’arte contemporanea.
Per maggiori informazioni sul contest, è possibile contattare la segreteria organizzativa ai numeri 330 798058 e 392 4263201 oppure all'indirizzo e-mail informazioni@in-arte.org.


venerdì 10 luglio 2015

Catalogando: Nicola Oliveri

.::catalogo::.
Il disegno rappresenta il suo mondo, o forse è più preciso affermare che rappresenta il mondo attraverso il disegno. I suoi lavori gravitano intorno alla figura umana, ma disegna qualunque cosa attiri la sua attenzione e di cui voglia trasferirne su carta l’emozione: fiori, insetti, pesci..

L’idea la coglie da un dato reale come una fotografia, meglio se antica, oppure disegna di fantasia, lasciandosi andare d’istinto, senza una vera e propria consapevolezza o un progetto ben ancora delineato nella mente. La sua è una ricerca continua e i suoi disegni sono il frutto di un abbandono totale “un volare nel vuoto ad ogni lavoro”.
“Parlando di pittura, di arte figurativa, visiva, dopo anni e diverse vite passate a scrollarmi di dosso il catrame appiccicatomi nell’adolescenza,e altrettante a rilasciare grandi maestri che mi hanno letteralmente trapassato, e non senza conseguenze, forse ora, finalmente, nel disegno, sento di aver raggiunto un sonoro abbandono.
Mi lascio fare, con un metodo che di metodico ha soltanto un’operare stratificato e lento, depositario di atti irripetibili, è l’opera a trovare il suo fine: la fine del mio compito è l’inizio dell’opera. Sono tracce diceva Derrida, «cadute residuali, ciò che si separa e cade dall’organismo vivente della vita», l’arte è la vita come irripetibilità dell’evento, vivente una volta sola. Perciò l’opera è il materiale morto, è il cadavere, evacuato dall’evento! Carmelo Bene docet.”
Nicola Oliveri

Nato a Spotorno nel 1978, Nicola Oliveri inizia molto giovane a lavorare come scenografo presso il ‘Teatro Erba Matta’, compagnia teatrale di base a Vezzi Portio (SV).
Alla fine del 2003 lascia l’Italia per vivere un anno in Bolivia nella città di La Paz, in una comunità di alcolisti anonimi (Hogar San Vicente) come insegnante e cooperatore internazionale in attività artistico riabilitative.
Nel 2008 è di nuovo in Sud America, a Buenos Aires, come assistente dello scultore e incisore argentino César A. Fioravanti.
Dal 2009 vive a Torino dove disegna, lavora come grafico,insegna ai bambini e crea libri d’arte, pezzi unici, che hanno suscitato l’interesse di collezionisti privati in Italia e all’estero.
Dal 2010 lavora prevalentemente come libero professionista per aziende e privati.

Un goto per Venezia - concorso internazionale

Per ricordare Marie Angliviel de la Beumelle Brandolini, la Fondazione Musei di Venezia, l’Alliance Française di Venezia, la famiglia Brandolini, la famiglia Rosenberg, David Landau, Promovetro e l’ Airc indicono il Concorso internazionale “Un Goto per Venezia”.

Con questa iniziativa si vuole promuovere a livello internazionale un’attività di alto artigianato che, oggi più che mai, rischia di scomparire: quella del vetro.
Il suddetto concorso ha carattere internazionale ed è rivolto a tutte le persone under 30.
I progetti e conseguentemente le opere devono essere inedite e non aver mai partecipato ad alcun concorso. Per la realizzazione delle opere si deve prevedere solo l’uso del vetro e delle sue declinazioni.
Ogni partecipante può inviare un solo progetto. che deve pervenire entro e non oltre il 31 agosto 2015 alla sede Museo del Vetro di Murano – Fondamenta Giustinian, 8 – 30141 Murano (Venezia), oppure via mail a museo.vetro@fmcvenezia.it.
I progetti inviati saranno esaminati da commissione, che decreterà i 10 che saranno ammessi al concorso. Gli oggetti verranno poi realizzati dai Maestri vetrai di Murano attraverso il supporto di Promovetro. I dieci progetti selezionai saranno conservati e resi disponibili alla consultazione presso la Biblioteca e Archivio del Museo del Vetro di Murano.
Il bando scade il 31 agosto 2015

info su Museo del Vetro

16° edizione del Concorso Internazionale Spirito di Vino, organizzato da Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia

Il Movimento Turismo del Vino del Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con l’Istituto Europeo di Design di Milano, bandisce il concorso pubblico “Spirito di Vino” per l’assegnazione di premi ad autori di vignette satiriche riguardanti il mondo e la cultura del vino.
Il concorso contempla due sezioni: la prima sezione è aperta alla partecipazione di italiani e stranieri da 18 a 35 anni compiuti nel 2014; la seconda sezione è aperta alla partecipazione di italiani e stranieri dai 36 anni d’età.
Da domenica 31 maggio a lunedì 31 agosto 2015 gli autori dovranno far pervenire i loro elaborati, eseguiti a propria cura e adeguatamente protetti, al seguente indirizzo: Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia Via del Partidor, 7 – 33100 Udine, oppure accedendo al sito internet www.mtvfriulivg.it
Gli elaborati che perverranno dopo tale termine non saranno accettati.
Le vignette non dovranno superare le dimensioni di 30x40 cm in verticale (massimo 3 opere). Le opere potranno essere, a scelta, in bianco e nero o a colori e realizzate con qualsiasi tecnica. 
Il Movimento Turismo del Vino designerà una commissione giudicante, composta da importanti personaggi del mondo della satira e del giornalismo. Il giudizio della commissione giudicante è insindacabile e inappellabile. 
La giuria valuterà le opere partecipanti e selezionerà i 30 autori finalisti, appartenenti a entrambe le sezioni. Durante la manifestazione “Friuli DOC”, la giuria nominerà i primi 3 classificati di entrambe le sezioni.

info

Incontri d'Arte a Matera

Domani, l'inaugurazione di “Incontri d’Arte“ a Matera presso la suggestiva chiesa di Santa Maria de Armenis, evento a cura dell'Associazione Culturale Prima Idea.
Al termine della seconda edizione della “Festa dell’arte”, tenutasi a Matera lo scorso anno, il comitato scientifico designato, con a capo lo storico d’arte dott.ssa Valeria Mantarano, ha selezionato 9 artisti, di cui 2 fotografi e 7 pittori, che si sono distinti per stile e tecnica.
La collettiva di pittura e fotografia “Incontri d’Arte“, a cura dell’associazione Prima Idea, rappresenta un incontro del tutto inedito. Le interessanti opere dei 9 artisti, così diversi per esperienze , tecnica e ricerca, costituiscono un evento straordinario in cui i differenti modi di espressione si “incontreranno” per trasmettere un unico messaggio che è “l’amore per l’arte”. Radunare in un’unica manifestazione tante ricerche , stili, modi di rappresentarsi, ha numerosi meriti, e primo tra tutti, quello di creare un incredibile concerto di intuizioni che si confrontano, si contrappongono e che infine si armonizzano e si integrano in un’unica celebrazione della capacità di creare bellezza.
Durante le giornate della mostra ci sarà la partecipazione della coreografa Rossella Iacovone, che con il suo corpo di ballo, proporrà performance live coinvolgendo emotivamente artisti e fruitori della mostra.
Inoltre, saranno presenti i musicisti e poeti che hanno animato la “Festa dell’Arte”.
Anche in quest’evento l’Associazione Culturale Prima Idea vuole mettere l’arte a disposizione di tutti, unendo le varie forme e trasferendole a chiunque vorrà visitare la Mostra.
La Mostra “Incontri d’Arte” sarà allestita nella suggestiva chiesa “Santa Maria de Armenis”, situata nel cuore del “Sasso Caveoso”.
Luogo storico ed affascinante è meta di numerosi eventi culturali che periodicamente richiamano nella città di Matera migliaia di amanti della cultura e dell’arte oltre che di turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Incontri d'Arte
Chiesa Santa Maria de Armenis
Matera
dall'11 al 19 luglio

giovedì 2 luglio 2015

L'avanguardia del Metateismo

Dopo il successo al Museo d'Arte e Scienza di Milano la mostra d'arte contemporanea, curata dallo storico dell'arte Giammarco Puntelli e organizzata in collaborazione con l'Enciclopedia d'Arte Italiana, che vede protagonista Davide Foschi e il Movimento del Metateismo, arriva al Centro leonardo da Vinci per un esclusivo dopo-museo.
Tra gli ospiti anche il docente di storia dell'arte Massimiliano Porro, che interverrà alla presentazione delle opere.
Dopo le esposizioni di fianco ad Andy Warhol in tante prestigiose sedi italiane nel 2014 e lo studio su Leonardo da Vinci del 2015, Davide Foschi continua il suo viaggio artistico all’insegna del Manifesto del Metateismo presentato al pubblico e alla stampa a Milano nel 2013.
Sede nazionale del Movimento del Metatesimo il Centro Leonardo da Vinci, inaugurato lo scorso febbraio con notevole successo di pubblico e di critica e diventato in poche settimane un valido punto di riferimento per la cultura e l'arte a Milano.
Oltre all'“Ultima Cena - La Nuova Cena” - l'opera è stata appena pubblicata sui più importanti Cataloghi nazionali e riviste d’arte internazionali - saranno presentati una serie di lavori basati proprio sulla rivisitazione in chiave Evoluzionaria della grande opera vinciana. 
Con Foschi esporranno alcuni dei migliori rappresentanti del Movimento del Metateismo in una sorta di nuovo cenacolo del XXI secolo. I nomi degli artisti esposti: Aleksander Kanevski, Giuliano Grittini, Joe Russo, Gianfranco Bianchi, Giancarlo Rampazzo, Cristiana Zamboni, Fabio Saletta, Mirko Lucchini, Fulvio Vanacore, Nicolò Accaria, Teresa Claudia Pallotta, Rosella Maspero, Michele Cea.
In corrispondenza del finissage, il 21 luglio, si svolgerà sempre alle 19 la presentazione letteraria del poeta Marco Verrillo.


Centro Leonardo da Vinci
Via Ambrogio Binda, 56
Milano




EXPO MILANO: CALL PER ARTISTI EMERGENTI

Il Padiglione della Società Civile di Expo Milano 2015 promuove e ospita il meglio della creatività emergente attraverso il progetto StartArtist. Dal 1 maggio al 31 ottobre Cascina Triulza proporrà al pubblico dell’Esposizione Universale 12 appuntamenti con le proposte degli artisti emergenti selezionati. Il palco, il performing corner, la galleria digitale e l’auditorium ospiteranno a rotazione, a seconda del tipo di proposta artistica e del programma culturale del Padiglione, la creatività emergente in tutte le sue forme.

Possono partecipare artisti che operano nell’ambito della fotografia, della pittura, del design, della musica, del teatro, di altri tipi di performance, della produzione video o di altre discipline creative. Saranno selezionati progetti che presentino caratteristiche di innovazione e creatività; aderenti al tema di Expo Milano 2015 “Nutrire il Pianeta-Energie per la vita”; aderenti ai temi sviluppati dal Padiglione della Società Civile, in particolare al tema della Responsabilità Sociale dell’Arte e alle direttrici tematiche evidenziate nel progetto “EXPIOding energies to change the world”. Il bando scade il 30 luglio 2015.


fonte
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...