Google+

.:| BLOG .|. GALLERY .|. INTERVISTE .|. CONCORSI .|. CATALOGHI .|. MONO |:. .: :.


martedì 22 dicembre 2015

Calendario Rassegna 2016

Art Open Space, presenta il calendario delle personali della prossima Rassegna d'Arte 2016.

Questi gli artisti che saranno i protagonisti delle sei mostre del prossimo anno:
Febbraio: GENNARO BARCI
Aprile: JESSICA FERRO
Giugno: ROBERTA CONGIU
Agosto: MARIANNA ANDOLFI
Ottobre: ANDREA DEL CORSO
Dicembre: FLAVIA FANARA

Con questo post chiudiamo il 2015 e ci congediamo.
I più sinceri auguri di Buone Feste!
lo staff




Catalogando: ALESSANDRA LUX

.:: catalogo ::.
Dipinge donne che sembrano uscite da un libro di favole, coloratissime, dai visi delicati dall'incarnato color porcellana e dagli occhioni immensi, malinconici e profondi.
Queste sono le donne in bilico tra fantasia e incanto, che che nascono dalla fervida immaginazione di Alessandra Lux.
"Fin da bambina le matite colorate in mano.
Con la carta mi ci avvolgevo e passavo ore a disegnare aborti di fantasia irrequieta.
Crescendo, ho scoperto che il classico nell'arte, non era obbligatorio e che la mia passione per i soggetti diversi, in fondo, piaceva anche agli altri! Una scuola d'arte sperimentale mi ha aiutato a proseguire nel mio percorso differente, dove tutto ciò che veniva insegnato, in un comune liceo artistico era considerato solo la partenza. Dipingere non è mai stato il mio lavoro, ho fatto il direttore artistico per tanti anni, soprattutto nel settore del non-profit ed editoria e, solo da un paio di anni, ho scelto di abbandonare la grafica per dedicarmi agli oli. Per amore, per felicità, per soddisfazione. Questo è e sarà, un mondo a parte dove rinchiudermi per vivere la felicità dell'immaginazione."
Alessandra Lux

Alessandra Lux Redi nasce a Milano nel Gennaio del 1979. Artista visiva, illustratrice, art director e fotografa. La passione per l'arte è predominante già nei primi anni di vita, crescendo si concentra sull'arte visiva iscrivendosi al liceo sperimentale Erasmo da Rotterdam e successivamente a vari corsi di grafica, illustrazione.Lavora con personaggi come Arcadio Lobato e Mario Gomboli per poi iniziare la sua carriera di direttore creativo e illustratrice in diverse associazioni umanitarie e case editrici che la portano alla pubblicazione di diversi libri illustrati per bambini. Dal 2013 incentra la sua vita artistica nell'illustrazione, in bilico fra due mondi, fra la realtà e l'immaginazione, fra gli accenti tecnologici di colori vivi e accesi e la morbidezza antica dei tratti che evocano culture lontane. Da questo mix nascono le sue donne, soggetto scelto per rappresentare la sua porta ideale verso il fantastico che verranno esposte in alcune mostre personali. Vive sempre alla ricerca di nuovi percorsi artistici da intraprendere, corsi e aggiornamenti non smetteranno mai di catturare il suo interesse.


lunedì 21 dicembre 2015

Un'intervista a... GIUDITTA PELLIZZONI

Una sensualità trovata nella purezza delle forme geometriche, dove anche gli angoli e gli spigoli più vivi divengono morbide rotondità: curve, linee che si intrecciano, si sfiorano, che ora si fondono per poi dividersi, linee che sembrano vive, che guizzano, che si abbracciano, che paiono danzare ora in coppia ora in un vibrante assolo.
Negli eleganti e raffinati quadri di Giuditta Pellizzoni c'è tutta la bellezza della forma, del segno e del colore. Figure procaci, femminilità prorompenti nate tra le pieghe di un'idea di essenzialità, dalla ricerca di una sintesi in grado di cogliere e restituire un'emozione utilizzando pochi e decisi tratti.
Delle tue opere colpiscono la sintesi, i segni, e le stupende geometrie. Come sei arrivata a questo tuo stile così originale?
La mia ispirazione creativa è frutto di una ricerca iniziata ai tempi degli studi artistici e influenzata successivamente dalla decorazione d’interni, mia attuale attività professionale.
La mia ricerca è caratterizzata dallo studio del corpo femminile: il lavoro inizia con l’approfondimento di certi aspetti del volto e del linguaggio del corpo, e la ricerca di un giusto connubio tra segno e forma.
Il segno è semplificato al massimo, pochissime linee sono sufficienti a descrivere un’emozione, un gesto. E’ un po’ come fare un bozzetto veloce a matita, devi descrivere la posizione ed il modo in cui si muove un corpo utilizzando poche linee. Nei miei quadri non voglio entrare nel dettaglio come faccio ogni giorno con il mio lavoro, voglio che la mia pittura sia pura e diretta senza distogliere l’attenzione dal soggetto rappresentato.
Ti ispiri a soggetti reali, lavori su foto, o le tue donne sono totalmente frutto della tua fantasia?
Inizio ricercando spunti su riviste, su internet, immagini di donne che possono ispirarmi sia per una determinata posizione o per un dettaglio particolare e da lì poi sintetizzo al massimo il segno ed inizio a rielaborare.
Queste immagini mi servono solo come input di partenza poi pian piano le “mie donne” prendono corpo nella mia mente e vita con la mia matita.
La tua ricerca si esprime sopratutto attraverso la pittura, è un amore totale e incondizionato o capita che sperimenti anche altre tecniche?
Il mio amore per la pittura nasce insieme alla decisione molti anni fa di dedicarmi alla decorazione d’interni.
La mia gavetta è stata lunga, dopo gli studi accademici ho attraversato molteplici situazioni lavorative che hanno creato tutto il mio background artistico.
Dal restauro pittorico passando per la scenografia ed approdando alla decorazione d’interni.
Tutte situazioni che mi hanno messo a contatto con la materia, con il colore, i pennelli e da lì è stato amore incondizionato e naturale prolungamento alla mia arte.
Ad ogni modo ho sperimentato durante questi anni anche altre tecniche come la ceramica, altra tecnica che mi interessa molto e che mi permette di essere a contatto diretto con la materia ma per ora sono solo “esperimenti”.

Premio Basilio Cascella 2016

Edizione 2016 del Premio Basilio Cascella che dal 1955 è, per quanto riguarda Fotografia e Pittura, uno tra i più prestigiosi d'Italia.
Il concorso, finalizzato alla promozione dell’arte contemporanea in Italia, prevede la realizzazione di un evento espositivo, di un catalogo a colori e testi critici, l'assegnazione finale di 2 premi della Critica e 2 premi Popolari.
Il Premio è aperto ad artisti professionisti, emergenti, autodidatti e a studenti di qualsiasi nazionalità che operano sul territorio nazionale italiano o estero. 
La partecipazione è gratuita, e non ci sono limiti di età per chi si candida né di qualifica o curriculum. Il tema speciale di questa edizione a cui gli artisti dovranno attenersi è: Obsolescenza Programmata.
PREMIO PITTURA (1 premio della critica; 1 premio popolare) Tecniche ammesse: olio, acrilico, vernice industriale, inchiostro, vinile, acquarello, grafite, pastello, illustrazione, ecc. Supporto dell’opera: tela, carta, cartone, legno, plastica, metallo, ecc. Sono escluse stampe o simili. La dimensione massima consentita è di 1,00 metri per lato, inclusa la cornice (se prevista, ma sconsigliata). Già muniti di attaccaglia singola debitamente montata e funzionale e senza parti in vetro. 
PREMIO FOTOGRAFIA (1 premio della critica; 1 premio popolare) Tecniche ammesse: opere in 2D di fotografia digitale e analogica, a colori o bianco e nero; sono escluse opere di computer grafica, software art, web art, foto da cellulare, foto collage, ecc. La dimensione massima consentita è di 100 cm per lato, inclusa la cornice (se prevista, ma sconsigliata). Già muniti di attaccaglia singola debitamente montata e funzionale e senza parti in vetro. 

Ci saranno 2 vincitori in ogni categoria del Premio Basilio Cascella  a cui sarà consegnato il Trofeo Basilio Cascella

Iscrizioni entro domenica 20 marzo 2016

info e bando su



martedì 15 dicembre 2015

Vincitori III edizione call ART OPEN SPACE

A fine novembre si sono chiuse le iscrizioni per partecipare alla selezione dei sei artisti che saranno i protagonisti della Rassegna d'Arte 2016 di Art Open Space.
Le iscrizioni sono state davvero numerose e non è stato semplice dover scegliere i sei vincitori, il livello delle candidature si è rivelato davvero alto con artisti che lavorano ed espongono da anni anche in ambito internazionale, ma si è preferito fare scelte "coraggiose", dando spazio, in alcuni casi, a giovani talentuosi che sono agli inizi della loro carriera artistica.

Gli artisti selezionati sono, in ordine alfabetico
Marianna Andolfi
Gennaro Barci
Roberta Congiu
Andrea del Corso
Flavia Fanara
Jessica Ferro

Un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno inviato la loro candidatura.

Cristina Polenta
Art Open Space


Flavia Fanara
- pittura - 




Roberta Congiu
- pittura - 

Andrea del Corso
- scultura - 
Jessica Ferro
- pittura - 

Marianna Andolfi
 - scultura - 

Gennaro Barci
 - scultura - 


..prossimamente, seguirà la pubblicazione del calendario delle esposizioni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...