Google+

.:| BLOG .|. GALLERY .|. INTERVISTE .|. CONCORSI .|. CATALOGHI .|. MONO |:. .: :.


mercoledì 16 novembre 2016

ANDREA DAL CORSO: MUTAZIONI

Il suo concetto di opera d'arte è strettamente connesso a quello di libertà: l'opera non è tale se non viene lasciata libera di esprimere se stessa in completa autonomia, facendo in modo che la materia assuma connotati che siano il più spontanei possibile. Per questo motivo Andrea Dal Corso interviene sulle sue sculture con tecniche che gli permettono di indurre una trasformazione progressiva della materia, una evoluzione dell'opera che avviene successivamente alla sua creazione, con il tempo a seconda dell'ambiente in cui è esposta; la sostanza materica reagisce chimicamente provocando una mutazione estetica, in pratica materia e ambiente interagiscono sino a plasmare autonomamente un qualcosa di unico e assoluto.
La ricerca di Andrea Dal Corso si focalizza sull'idea dell'autodeterminazione dell'opera ed è volta, come afferma egli stesso, a "liberare l'arte dall'artista".

Cristina Polenta


ALESSANDRO

"La realizzazione di una scultura non è altro che il mezzo con il quale porto avanti la mia ricerca sull’indipendenza dell’opera d’arte, in quanto materia viva e autonoma [...]"



DARIO










BONSAI

GABRIELE


"[...] la scultura non è altro che un mezzo d’indagine, il vero mezzo d’espressione è la materia stessa.
 La forma non è altro che il risultato."
ADELE

venerdì 4 novembre 2016

Catalogando: MARIA MAZZOTTI

.:: catalogo ::.
Da bambina, invece di giocare con le bambole come le sue coetanee, lei preferiva costruirsele affondando le mani nella creta e modellandola. Da allora Maria Mazzotti non ha più smesso di dare vita a fanciulle di terracotta, romantiche, innamorate della vita, sculture che spiccano per poetica e garbo.

C'è, da sempre, dentro di me un impulso che mi porta ad una riflessione creativa che vuole esprimere con semplicità e dolcezza l'amore per la vita. Così cerco di creare forme simbolico-espressive leggere come la fanciullezza, dolci come l'amore, poetiche come sculture d'aria.
Vorrei cogliere la vitalità e catturare l'attimo fuggente di un sorriso, di un desiderio celato, di un sogno evanescente e creare "fanciulle che si animano quando la luce scorre su di loro anche se imprigionate nella materia per l'eternità...."


Maria Mazzotti è nata a Cesena e ha frequentato il liceo artistico e l'accademia di belle arti a Bologna. Ha insegnato disegno, storia dell'arte ed educazione artistica a Piacenza dove ha tenuto varie mostre collettive e personali fin dagli anni 80. Ha decorato con otto grandi bassorilievi in terracotta la piazza delle miniere a Ferriere (PC). Ha eseguito anche il monumento ai caduti in bronzo a Perticara (RN). Attualmente vive ed opera a Cesena (FC).
Ultimamente ha partecipato a varie personali e collettive a Verucchio Santarcangelo, Ravenna, Rimini, Cesena, Roma, Ragusa, Caltanissetta, Orvieto, nonché ad Arte Forlì Contemporanea.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...