Google+

.:| BLOG .|. GALLERY .|. INTERVISTE .|. CONCORSI .|. CATALOGHI .|. MONO |:. .: :.


mercoledì 7 novembre 2018

L'artista si racconta: ELENA VISOTTO

Elena Visotto, la sua ricerca, iniziata dallo studio delle opere di Kandinskij, si concentra sulla forma come risultato dell'unione di elementi diversi, accostati seguendo il principio dell'armonia e dell'equilibrio. Le sue sono creature immaginarie che nascono da un'esigenza personale di rappresentare e trasmettere tutto ciò che va oltre la realtà, tutto ciò che non vediamo ma non per questo non esiste. Il suo percorso l'ha portata dallo studio di Kandinskij alle culture animiste, fino allo studio dei ritmi aborigeni andando sempre più verso lo sciamanismo.
Raccontami di te, del tuo essere artista.

Vivo e lavoro in provincia di Venezia, attualmente sto terminando gli studi presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia. 
Artista è un termine che ritengo ancora prematuro per quanto mi riguarda. Mi sento più una persona nella norma, come un panettiere che sforna il pane tutti i giorni. 
Non so se mi sentirò mai un’artista, la percepisco più come un’etichetta. Non mi piace etichettare le cose ogni individuo è solo se stesso. Ognuno ha il suo lavoro, come un medico ha il dovere di curare i suoi pazienti un “artista” si prende cura dell’animo di chi fruisce del suo lavoro. Sicuramente quello dell’artista è un lavoro in cui bisogna essere determinati.

giovedì 18 ottobre 2018

MY MONO: SILVIA BACCI

Finalista al contest My Mono 2018 di Art Open Space è l'artista Silvia Bacci, nata a Jesi nel '79 e trapiantata a Spoleto dove vive e lavora.
Le sue opere, rigorosamente realizzate a matita su carta, sono spettacolari, sia per la precisione del tratto che per l'intensità espressiva.
Ha partecipato con successo a varie mostre e concorsi. Quest'anno vincitrice del Premio Marchionni per la sezione grafica e del concorso Il piacere dell'Arte, sezione realismo.
"... ormai disegnare è un momento tutto mio che mi consente di staccare dalla quotidianità, e le difficoltà che incontro nel rappresentare i vari dettagli del ritrarre, assumono per me una funzione catartica, sono come una valvola di sfogo."


mercoledì 3 ottobre 2018

Art Open Space gallery: ELENA VISOTTO

La rassegna 2018 di Art Open Space si chiude con Elena Visotto, la cui ricerca, iniziata dallo studio delle opere di Kandinskij, si concentra sulla forma come risultato dell'unione di elementi diversi, accostati seguendo il principio dell'armonia e dell'equilibrio.
Le sue sono creature immaginarie che nascono da un'esigenza personale di rappresentare e trasmettere tutto ciò che va oltre la realtà, tutto ciò che non vediamo ma non per questo non esiste. Il suo percorso l'ha portata dallo studio di Kandinskij alle culture animiste, fino allo studio dei ritmi aborigeni andando sempre più verso lo sciamanismo.

X-Files

Le mie creature potrebbero davvero essere il risultato di un processo evolutivo dato dall’inquinamento oltre che dalla normale evoluzione. 
Cerco queste immagini di inconscio tramite la meditazione o l’ascolto della musica o osservando macchie nell’ambiente circostante o ricavandole dai sogni. Successivamente le sviluppo in creature sia positive sia negative legandole al concetto di mostro, inteso come essere celestiale.



Entità II

Entità III


Il mio lavoro nasce dal desiderio di riportare l’umano alla sua origine. Cerco soprattutto di abbattere confini e limiti della società, per sensibilizzarli a tornare ad un mondo più vivibile. 



Entità VI

Entità VII


Dio Ananse Kokrofu

lunedì 10 settembre 2018

PREMIO MARCHE 2018 biennale d'arte contemporanea. OPEN CALL

Torna Il PREMIO MARCHE 2018 - Biennale d’Arte Contemporanea che prevede la realizzazione di una mostra al Forte Malatesta di Ascoli Piceno tra novembre 2018 e gennaio 2019, con la pubblicazione di un catalogo.

Gli artisti sono selezionati tramite concorso o invitati direttamente dal comitato scientifico del premio.

Possono partecipare al concorso gli artisti marchigiani (anche non residenti) e gli artisti italiani o stranieri che operano effettivamente nel territorio delle Marche, che saranno individuati contestualmente alla costituzione del Comitato Scientifico del Premio Marche.

L’opera con cui si concorre deve rappresentare la maggiore espressione poetica dell’artista candidato (o invitato), realizzata negli ultimi due / tre anni (tra il 2016 ed il 2018) e mai esposta al pubblico.
Sono ammesse opere di qualsiasi soggetto e genere (figurativo e non) rappresentato con qualsiasi tecnica (Grafica, Pittura, Scultura, Ceramica, Arti visuali, Video art, ecc.) ed ispirate al tema della presente edizione: L’interpretazione artistica come armonia. Capacità d’espressione e parametro percettibile in ordine ad una eredità dell’opera d’arte nella tradizione artistica italiana (occidentale ed europea).

La partecipazione è gratuita; il bando scade il 4 ottobre 2018.





lunedì 13 agosto 2018

“L’ACQUA DIVENTA ARTE” concorso nazionale di pittura ad acquerello

La comunità di Alvese promuove un Concorso Naziolane di Pittura ad Acquerello dal titolo “L’ACQUA DIVENTA ARTE”, aperto ad artisti ed appassionati di tutte le età e di qualunque provenienza, che dovranno raccontare con la tecnica dell’acquerello appunto il tema dell’acqua.

La partecipazione è gratuita.

Il tema è l’acqua.
Ciascuno dei partecipanti al concorso può raccontare in maniera libera questo tema attraverso la tecnica dell’acquerello.






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...